PARROCCHIA S. LUCIA V.M.

al Tempio Votivo della Pace in Bergamo

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Comunicazioni

E-mail Stampa PDF

VI Domenica del T.O.

 

Lo voglio, sii purificato.

 


 

 mercoledì delle ceneri  -  18 febbraio 2015


ceneri


 

In  settimana

 

Se non specificato altrimenti gli appuntamenti si intendono organizzati al Centro parrocchiale, all’8 di via s. Lucia.


 Lunedì 16

ore 14,30: sospeso il doposcuola per i ragazzi.

ore 16,45: sospesa la catechesi dei ragazzi.

ore 20,45: il Consiglio Pastorale Parrocchiale in casa presbiterale.


Martedì 17

 

ore 15,30: sospeso l’incontro del gruppo culturale.

ore 17,00: “Ero malato e siete venuti a visitarmi”. Primo incontro di un percorso sulla malattia organizzato dalla San Vincenzo cittadina al 12 di via Torino. "La dimensione sociologica/antropologica della malattia" (Prof.ssa Patrizia Cappelletti - Ricercatrice del dipartimento di sociologia dell'Università Cattolica)


Mercoledì 18 - DELLE CENERI  -  TUTTE LE MESSE AL TEMPIO

 

ore 14,30: il doposcuola per i ragazzi.

ore 16,45: sospesa la catechesi dei ragazzi di 4° elementare.

ore 17,00: al Tempio la messa delle Ceneri per i ragazzi della catechesi e le loro famiglie.

(Sospesa la messa delle 18 al Tempio)

 ore 20,30: messa delle Ceneri per la comunità tutta.


Giovedì 19

dalle 15,45 alle 17,30: l’adorazione eucaristica in chiesina.

ore 14,30: il doposcuola per i ragazzi.

ore 16,45: sospesa la catechesi dei ragazzi di 2° e 3° elementare.

ore 20,45: Consiglio Pastorale Affari Economici in casa parrocchiale.

ore 20,30: il direttivo del Comitato Santa Lucia al Centro.

 

venerdì 20

ore 14,30: il doposcuola per i ragazzi.

ore 16,45: sospesa la catechesi dei ragazzi di 1° e 2° media.

ore 20,45: per conoscere l’affido familiare attraverso una storia narrata e scritta a più voci con il gruppo teatrale “Pensattori”. Vi aspettiamo.

ore 20,45: I Gi al Centro affrontano il secondo tema della trasversalità: la dipendenza. Un’équipe di psicologi ci mostra i meccanismi ad essa sottesi.

 


QUARESIMA 2015


La carità di Dio che rompe quella mortale chiusura in se stessi che è l’indifferenza, ci viene offerta dalla Chiesa con il suo insegnamento e, soprattutto, con la sua testimonianza. Si può però testimoniare solo qualcosa che prima abbiamo sperimentato. Il cristiano è colui che permette a Dio di rivestirlo della sua bontà e misericordia, di rivestirlo di Cristo, per diventare come Lui, servo di Dio e degli uomini. Ce lo ricorda bene la liturgia del Giovedì Santo con il rito della lavanda dei piedi. Pietro non voleva che Gesù gli lavasse i piedi, ma poi ha capito che Gesù non vuole essere solo un esempio per come dobbiamo lavarci i piedi gli uni gli altri. Questo servizio può farlo solo chi prima si è lasciato lavare i piedi da Cristo. Solo questi ha “parte” con lui (Gv 13,8) e così può servire l’uomo. 

La Quaresima è un tempo propizio per lasciarci servire da Cristo e così diventare come Lui. Ciò avviene quando ascoltiamo la Parola di Dio e quando riceviamo i sacramenti, in particolare l’Eucaristia. In essa diventiamo ciò che riceviamo: il corpo di Cristo. In questo corpo quell’indifferenza che sembra prendere così spesso il potere sui nostri cuori, non trova posto. Poiché chi è di Cristo appartiene ad un solo corpo e in Lui non si è indifferenti l’uno all’altro. “Quindi se un membro soffre, tutte le membra soffrono insieme; e se un membro è onorato, tutte le membra gioiscono con lui” (1 Cor 12,26).

(Dal messaggio di Papa Francesco sulla Quaresima) 



OGGI, Domenica 15


Vendita di alcuni dolci fatti in casa; il ricavato sarà interamente per l’oratorio e la sua riqualificazione. Grazie di cuore a chi donerà e a chi si sta mettendo a disposizione per questo prezioso servizio.


SFILATA DI CARNEVALE:  ci ritroviamo all’oratorio alle 14,15 per poi recarci insieme all’oratorio di san Paolo e da lì, come l’hanno passato, andare in sfilata a Loreto (se qualche genitore volesse portare dolci o bibite a Loreto per fare festa insieme…). Vi aspettiamo.




IN AGENDA

 

Esercizi Spirituali di Comunità

Dal 25 al 27 febbraio

“La temperanza”


 

CORSO SULL'ARTE DELLE ICONE

Al 12 di via Torino, dalle 20,45 alle 21,45.

il 23 febbraio.



Domenica 22 febbraio  -  1 domenica di quaresima

Dalle 9,30 alle 12,40 al 12 di via Torino: mostra di Icone di Emiliano Tironi.

 

 


Venerdì 20

 Al 12 di via Torino alle 20,45 spettacolo teatrale della compagnia “I pensattori” per mettere a tema la possibilità dell’affido:

a seguire approfondimenti e riflessioni in condivisione. Invito per tutti.


 


 

Giovedì  26 febbraio

  •  Al 12 di via Torino alle ore 17 i gruppi biblici cittadini  organizzano un incontro (aperto anche alla comunità) con il rabbino capo di Milano , Alfonso Arbib, dal titolo: “La vita di Israele tra precetti e pensiero


 

inEvidenza

E-mail Stampa PDF

Dio si cerca. i cristiani "seduti" non lo vedono.

 

Se un cristiano vuole conoscere la sua identità, non può starsene comodo in poltrona a sfogliare un libro perché al mondo “non c’è un catalogo” con dentro “l’immagine di Dio”. E nemmeno può disegnarsi un Dio di comodo obbedendo a regole che con Dio non hanno niente a che fare.

Gli inquieti vedranno Dio
La lettura della Genesi che parla della creazione dell’uomo “a immagine di Dio” suggerisce a Papa Francesco una meditazione sulla strada giusta e le molte sbagliate che si aprono davanti a un cristiano che voglia conoscere la sua origine. L’immagine di Dio, afferma Francesco, la trovo “certamente non sul computer, non nelle enciclopedie”. Per trovarla, e quindi capire “la mia identità”, si può fare solo in un modo, “soltanto mettendosi in cammino”. Altrimenti, dice, “mai potremo conoscere il volto di Dio”: “Chi non si mette in cammino, mai conoscerà l’immagine di Dio, mai troverà il volto di Dio. I cristiani seduti, i cristiani quieti non conosceranno il volto di Dio: non lo conoscono. Dicono: ‘Dio è così, così…’, ma non lo conoscono. I quieti. Per camminare è necessaria quella inquietudine che lo stesso Dio ha messo nel nostro cuore e che ti porta avanti a cercarlo”.

La “caricatura” di Dio
Certo, considera Francesco, “mettersi in cammino è lasciare che Dio o la vita ci metta alla prova, mettersi in cammino è rischiare”. E così hanno fatto, sfidando pericoli e sentendosi abbattere dalla fatica e dalla sfiducia, anche giganti come il profeta Elia, o Geremia, o Giobbe. Ma c’è anche un altro modo di stare fermi e dunque falsare la ricerca di Dio, che Francesco rileva nell’episodio del Vangelo in cui scribi e farisei rimproverano Gesù perché i suoi discepoli mangiano senza aver assolto alle abluzioni rituali: “Nel Vangelo, Gesù incontra gente che ha paura di mettersi in cammino e che si "adatta con una caricatura di Dio. E’ una falsa carta d’identità. Questi non-inquieti hanno fatto tacere l’inquietudine del cuore, dipingono Dio con comandamenti e si dimenticano di Dio: ‘Voi, trascurando il comandamento di Dio, osservate la tradizione degli uomini’, e così si allontanano da Dio, non camminano verso Dio e quando hanno un’insicurezza, inventano o fanno un altro comandamento”.

La grazia di stare in cammino
Chi si comporta in questo modo, conclude Papa Francesco, compie un “cammino fra virgolette”, un “cammino che non cammina, un cammino quieto”: “Oggi la liturgia ci fa riflettere su questi due testi: due carte d’identità. Quella che tutti noi abbiamo, perché il Signore ci ha fatto così, e quella che ci dice: ‘Mettiti in cammino e tu avrai conoscenza della tua identità, perché tu sei immagine di Dio, sei fatto a somiglianza di Dio. Mettiti in cammino e cerca Dio’. E l’altra: ‘No, stai tranquillo: compi tutti questi comandamenti e questo è Dio. Questo è il volto di Dio’. Che il Signore ci dia a tutti la grazia del coraggio di metterci sempre in cammino, per cercare il volto del Signore, quel volto che un giorno vedremo ma che qui, sulla Terra, dobbiamo cercare”.

 

(Papa Francesco)

Ultimo aggiornamento Domenica 15 Febbraio 2015 08:37
 
Ulti Clocks content

Orari S. Messe

DOMENICALE  
(tutte al Tempio)

in sabato
ore 18-

in domenica ore 9 - 11- 12.15- 19-

FERIALE


in Chiesina
ore 9
al Tempio ore 18-

Orari ufficio parrocchiale

Per documenti, celebrazioni di messe, distribuzioni caritative e comunicazioni varie:

nei giorni feriali
ore 9.00 - 11.30
ore 16.00 -17.00
in sabato
ore 9.30 - 11.30

Per urgenze prendere appuntamento telefonico: 035.238271

Meteo

13°C
Bergamo
Nuvoloso con locali aperture
Umidità: 73%
Vento: 6 nodi O
Mar

14°C
Mer

12°C
Gio

12°C

Apertura Centro giovanile

Tel. 035.220717
nei giorni feriali
ore 15.30 - 19.15
in domenica
ore 15.30 - 18.45
nelle serate di animazione
formativa o ludica
sia feriali che domenicali.
ore 20.45 - 22.30

Il punto informazione

Tel.: 035.220717
Cosa offre:
- l'ascolto dei tuoi bisogni
- l'orientamento verso associazioni, gruppi, esperti, in grado di aiutare a risolvere i problemi
- l'assunzione diretta delle problematiche più urgenti
il tutto nella massima riservatezza.

Visitatori

OggiOggi39
IeriIeri35
In settimanaIn settimana39
Nel meseNel mese74
TotaleTotale46906

Adorazione Eucaristica

Adorazione Eucaristica  
  • Ogni giovedì dalle 16.00 alle 17.30 in Chiesina.
  • Nei tempi forti liturgici, ogni giovedì sera di tutte le settimane la chiesina resta aperta dalle 21 alle 22 per consentire l'adorazione personale a chi lavora durante il giorno.

Orari S. Messe estivi

LE MESSE DOMENICALI(tutte al Tempio)

- in sabato ore 18-
- in domenica ore 9- 11- 19-
- è sospesa la messa delle 12,15 
LE MESSE  FERIALI
- da metà giugno a metà luglio al Tempio ore 9-19-
- da metà luglio a metà settembre in Chiesina ore 9; al Tempio ore 19
- è sospesa l'adorazione eucaristica del giovedì
L'UFFICIO PARROCCHIALE
- solo il mattino  dalle ore 9,30 alle 11,30

 

 

 

 

Calendario

<<  Marzo 2015  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
        1
  2  3  4  5  6  7  8
  9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

Copyright 2010 © Parrocchia Santa Lucia v. m. al Tempio votivo della pace in Bergamo - tel/fax: 035.238271 - email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

map